Terremoto, la terra non si ferma: scossa a Norcia

terremoto scossa

E’ stata chiaramente avvertita a Norcia la nuova scossa di terremoto di magnitudo 3,8 registrata alle 13:26 con epicentro nella provincia di Macerata.

Diverse persone sono fuggite dai negozi aperti nel centro della città. Allarme anche tra i partecipanti a una riunione in corso al Coc. Protezione civile della Regione, vigili del fuoco e le altre organizzazioni impegnate nei soccorsi hanno subito avviato controlli per verificare se ci siano stati ulteriori danni. La  scossa è stata avvertita anche in alcuni comuni del teramano.

Una piccola porzione del campanile della chiesa di Castelluccio di Norcia è crollata in seguito alla scossa delle 13.26 . Lo ha appreso l’ANSA dalla protezione civile della Regione Umbria. Nel momento del terremoto sul campanile erano in corso lavori per la messa in sicurezza della struttura. Gli operai sono rimasti illesi ma l’intervento è stato subito precauzionalmente sospeso per scongiurare rischi. Nelle zone di Castelluccio e di Norcia, le aree umbre maggiormente colpite dal sisma, ha intanto cominciato a piovere in maniera piuttosto intensa

Alle 15.23 nuova scossa ad Arquata del Tronto: magnitudo 3.9, profondità 12 km circa

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Terremoto, la terra non si ferma: scossa a Norcia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*