Si dichiara innocente l’inglese che uccise due pescatori

incidente-martinsicuro-morti-due-pescatori

” Sono innocente, non ricordo nulla di quella maledetta notte”. Così questa mattina , il 36 enne inglese a processo per omicidio colposo plurimo aggravato di due pescatori teramani.

Si è aperto questa mattina il processo, con rito immediato, che vede imputato per omicidio colposo plurimo aggravato il 36 enne inglese Stephen Collins che nel dicembre 2015, ubriaco e a bordo della sua auto, travolse ed uccise due pescatori teramani. Nel corso dell’udienza, in cui si sono costituiti parte civile i familiari delle vittime e nel corso della quale il giudice ha rigettato tutte le eccezioni sollevate dalla difesa dell’uomo inclusa la richiesta di revoca dei domiciliari, Collins ha rilasciato delle brevi dichiarazioni spontanee. “Mi dispiace per l’incidente e per la morte dei due pescatori – ha detto, assistito dell’interprete- ma io sono innocente al cento per cento. Non ricordo niente di quanto accaduto”. In aula erano presenti anche i familiari dei due pescatori uccisi, assistiti dai rispettivi legali. Collins, che rischia fino a 15 anni di carcere, fu arrestato lo scorso dicembre subito dopo il drammatico incidente. Secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini l’uomo si sarebbe messo alla guida ubriaco tanto che le successive analisi avrebbero riscontrato un tasso alcolemico di sei volte superiore al consentito. L’incidente avvenne sulla statale Adriatica, all’altezza di Martinsicuro, dove ad un semaforo l’uomo avrebbe travolto l’auto con a bordo Graziano Battistelli di 52 anni e Marco Iampieri di 41 anni. Un impatto violentissimo che costò la vita ai due uomini. Al termine dell’udienza il processo è stato aggiornato ad ottobre.

incidente mortale martinsicuro

Sii il primo a commentare su "Si dichiara innocente l’inglese che uccise due pescatori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*