Ryanair conferma la base di Pescara

Ryanair conferma la base di Pescara per il 2017: i voli torneranno in vendita ad ore. A garantirlo l’ad della low cost irlandese, O’Leary, nel corso di una conferenza stampa con il ministro Delrio.

“Il ministro Delrio – sono parole di O’Leary – ha sfidato le compagnie a rispondere con piani di crescita se il suo Governo avesse agito per migliorare la competitività degli aeroporti italiani, e noi siamo lieti di essere la prima compagnia aerea annunciando il nostro più grande investimento in Italia: un miliardo di dollari in dieci nuovi aeromobili, 44 nuove rotte grazie alle quali il traffico aumenterà del 10% passando dai 32 milioni di passeggeri di quest’anno a 35 milioni nel 2017” facendo di Ryanair la prima aviolinea in Italia. Anche i posti di lavoro Ryanair in Italia per il 2017 aumenteranno di 2250 unità: “Annulleremo – ha confermato il top manager – l’annunciata chiusura della base di Pescara e i voli torneranno in vendita entro questa settimana, mentre procedono le trattative su Alghero”.

“Salutiamo con piacere – ha aggiunto Delrio – il piano industriale 2017 di Ryanair, che permette più voli, più opportunità al turismo in Italia e soprattutto più occupazione”.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Ryanair conferma la base di Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*