Pescara, tenta di pagare con bancomat rubati

pos-bancomat1

Un pregiudicato 51enne di Rosciano e’ finito in manette per ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito. Ha tentato di pagare alcuni prodotti di bellezza da donna con una carta credito intestata ad un’altra persona.

L’uomo, ieri pomeriggio, è entrato in un esercizio commerciale in via Tiburtina, a Pescara, e ha tentato di pagare alcuni prodotti di bellezza da donna con una carta credito intestata ad un’altra persona. La cassiera si e’ insospettita e ha chiesto al 51 enne di esibire un documento personale. Il pregiudicato, però, ha tirato fuori una seconda carta di credito. A quel punto, un’altra dipendente del negozio ha avvisato la polizia. Giunti sul posto, gli operatori della Squadra volante hanno fermato il 51enne e lo hanno trovato in possesso di un portafoglio da donna di colore nero contenente effetti personali, tra cui tre bancomat intestati a una donna che aveva denunciato il furto del portamonete.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara, tenta di pagare con bancomat rubati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*