Pescara, i profughi arriveranno in autunno

profughi111

Non arriveranno in estate e all’hotel Holiday ma in autunno e precisamente ad ottobre. Queste le ultime sul fronte profughi attesi a Pescara: il prefetto ha annunciato un nuovo bando dopo la rescissione della convenzione con la Polis.

I 100 profughi attesi all’Holiday di Pescara dovranno trovarsi una diversa sistemazione, comunque non in città, mentre per ottobre un nuovo bando potrebbe agevolare l’arrivo di immigrati anche nel capoluogo adriatico. Dopo molte polemiche, raccolte di firme e servizi televisivi andati in onda anche sul nazionale, la famiglia proprietaria dell’hotel Holiday di Pescara ha deciso di annullare tutti i contratti di concessione rinunciando così ad un incasso calcolato in 250 mila euro circa. Una notizia questa vissuta da molta parte della città, politicamente e non solo, come una vittoria di quanti non volevano profughi nè in quello nè in altri alberghi specie all’inizio della stagione estiva. Il prefetto Provolo, intanto, ha annunciato un nuovo bando dopo la rescissione della convenzione con la cooperativa Polis di Perugia. Se nel frattempo 25 profughi saranno ospitati in una struttura di Cepagatti, sembra prendere quota l’ipotesi di un arrivo ben più massiccio ad ottobre a Pescara: ipotesi questa ancora tutta da quantificare in tempi, numeri e modalità.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara, i profughi arriveranno in autunno"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*