Pescara, 16 enne pestato in un parco

Vicenda ancora tutta da chiarire quella del pestaggio di un 16 enne ricoverato in gravi condizioni con la mandibola spappolata e altre lesioni. Il minore aggredito mentre era a passeggio col cane.

E’ ricoverato in ospedale a Pescara con un mandibola rotta: era a passeggio col cane in un parco cittadino quando è stato aggredito e malmenato da una violenza inaudita un 16 enne di cui per ovvi motivi di riservatezza non sono state fornite le generalità. Secondo le poche ma preziose testimonianze raccolte dagli inquirenti a caccia del folle aggressore, alla base del pestaggio vi sarebbe un banalissimo richiamo del 16 enne per una bottiglia gettata a terra e poi ridotta in frantumi dal tipo che gli si è scaraventato addosso pestandolo senza pietà. Una brutta storia davvero simile a quella di altri episodi di violenza “gratuita”, non che la violenza possa essere motivata, accaduti a Pescara ad esempio nelle notti d’estate sul lungomare. Al momento non è dato sapere se i due si conoscessero già e quindi vi fosse già dell’astio: nulla che, tuttavia, possa giustificare il violentissimo pestaggio. A poco è valsa la richiesta di aiuto del fratello del 16 enne, ancor più giovane di lui, che pare fosse presente al momento dell’aggressione. Trenta giorni di prognosi, salvo complicazioni, molta paura e un’indagine che a passi svelti cerca il colpevole. \

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara, 16 enne pestato in un parco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*