Ospedale Ortona, taglio del nastro per la Lungodegenza

Mentre si attende un quadro definitivo della situazione post sisma nei singoli ospedali abruzzesi, questa mattina ad Ortona l’inaugurazione del reparto di Lungodegenza.

Alla presenza del manager della Asl di Chieti-Lanciano-Vasto Flacco, il quale ha approfittato dell’evento per fare il punto sulla situazione post sisma negli ospedali di sua competenza, e dell’assessore regionale Paolucci, anche lui impegnato in queste ore sul fronte edilizia ospedaliera, questa mattina al “Gaetano Bernabeo” di Ortona un taglio del nastro molto atteso da medici e pazienti. Entra in funzione a pieno regime da oggi la nuova Lungodegenza: 24 posti letto che Ortona e l’intero comprensorio che il suo nosocomio assiste attendevano da tempo. Nuovi impianti, nuovi spazi, nuovi bagni, nuovi colori sulle pareti: 120 mila euro circa attinti dai fondi di bilancio della Asl per un reparto capace di ospitare pazienti e familiari in ambienti confortevoli e rinnovati. Sul volto del direttore del nuovo modulo, lo stesso del reparto di Geriatria, Francesco Cipolllone, tutta la soddisfazione per un cronoprogramma dei lavori finalmente rispettato e una offerta medico-sanitaria d’eccellenza. Nel breve discorso inaugurale dell’assessore Paolucci tutto il senso del “faticoso sistema di riordino e razionalizzazione della sanità regionale che anche da inaugurazioni come quella di oggi ad Ortona premia sforzi e impopolarità di talune scelte”.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Ospedale Ortona, taglio del nastro per la Lungodegenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*