Marsica, 12 milioni per 8 depuratori

Cantieri “salva ambiente” nella Marsica dove il Cam ha dato il via alla più grande stagione all’insegna dei lavori per adeguamento, potenziamento o realizzazione di nuovi depuratori.

L’operazione da 12.179.064,97 euro (11.240.424,00 fondi Fas; 938.639,00 Cam) ha mosso i primi passi operativi con l’avvio dell’intervento di realizzazione del collettore fognario tra Camporotondo e Cappadocia (opera attesa da decenni). Un maxi cantiere che entrerà nella fase cruciale all’inizio dell’autunno, al termine delle  procedure di legge tese a “validare” i progetti esecutivi presentati dalle ditte assegnatarie degli appalti per gli impianti di Pozzillo di Avezzano, Tagliacozzo Trasacco, Carsoli, Celano, Gioia-Lecce-Ortucchio, Capistrello, Morino, Ortona dei Marsi (refe fognaria e impianto Ortona-Aschi). “Per la Marsica si tratta di un grandissimo passo in avanti in un settore strategico per la salvaguardia ambientale e la valorizzazione del territorio”- scandisce il Presidente del consiglio di sorveglianza del Cam e sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio- che incorona il 2016 come l’anno della svolta per il Consorzio Acquedottistico Marsicano, sia sul versante della depurazione che sul fronte economico”.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Marsica, 12 milioni per 8 depuratori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*