Giovane pestato a Chieti scalo, svolta nelle indagini

carabinieri-2

Svolta nelle indagini sull’aggressione al 22enne teatino avvenuta lo scorso 7 maggio nei pressi del pub “Il Baffo” a Chieti scalo. I Carabinieri hanno notificato un provvedimento cautelare dell’obbligo di dimora, con permanenza domiciliare notturna, a 4 persone.

Dopo circa due mesi di indagini, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chieti, su disposizione del G.I.P. del Tribunale di Chieti, hanno notificato un provvedimento cautelare dell’obbligo di dimora, con permanenza domiciliare notturna, a 4 persone di età compresa tra i 21 e 39 anni, tre delle quali residenti a Sambuceto ed una a Pescara. Sono, infatti, ritenuti i responsabili del pestaggio ai danni di un 22 enne avvenuta la notte del 7 maggio nei pressi di un noto pub a Chieti scalo. Le indagini, tuttavia, proseguono specie per identificare altri eventuali responsabili dell’aggressione che, quella notte, spedì il giovane teatino in ospedale dove rimase ricoverato in prognosi riservata.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Giovane pestato a Chieti scalo, svolta nelle indagini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*