Equitalia, Chieti accorpata a Pescara?

equitalia

Chieti rischia di perdere anche Equitalia in odore di accorpamento con Pescara. A dare la notizia-denuncia è stato, dai banchi del Pd in consiglio comunale, Alessio Di Iorio.

Dopo Confindustria e la Camera di commercio, Chieti rischia di vedere accorpata a Pescara anche Equitalia. La notizia è deflagrata ieri in consiglio comunale quando, dai banchi del Pd, il consigliere Di Iorio ha chiesto di poter prendere la parola su un argomento extra ordine del giorno. Una perdita per la città anche e soprattutto in termini di posti di lavoro: 35 circa, ad oggi, gli addetti agli uffici teatini di Equitalia a rischio licenziamento poichè non tutti verrebbero assorbiti dagli sportelli pescaresi. Di Iorio ha coinvolto l’assise e il sindaco in primis affinchè, prima che sia troppo tardi se non lo è già, l’amministrazione comunale chieda lumi agli uffici romani di Equitalia e laddove ancora possibile garanzie di non accorpamento con la vicina Pescara.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Equitalia, Chieti accorpata a Pescara?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*