Caso Pellegrini, il ministro Orlando dispone accertamenti

Sulla vicenda di Fabrizio Pellegrini, il pianista di Chieti in carcere dall’11 giugno scorso per aver coltivato alcune piante di cannabis,  interviene il ministro della Giustizia Orlando.

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando – manca al momento l’ufficialità- ha disposto l’avvio di accertamenti preliminari e ha chiesto al Dap, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, una relazione sullo stato di detenzione di Fabrizio Pellegrini. Sta facendo il giro d’Italia la storia personale e giudiziaria di Pellegrini: pianista 47 enne di Chieti malato di fibromialgia, detenuto dall’11 giugno scorso per aver coltivato alcune piante di cannabis a scopo terapeutico. Il caso ha fatto discutere e ha provocato numerosi appelli: la scorsa settimana si è recato in visita in carcere, a Chieti dove Pellegrini è detenuto, anche l’onorevole Gianni Melilla.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Caso Pellegrini, il ministro Orlando dispone accertamenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*