Avezzano, novità per la Cartiera Burgo

cartiera-burgo-sindacati-prudenza

Un incontro, quello di oggi ad Avezzano, servito a ribadire la comune volontà di rilancio per la Cartiera Burgo e i suoi 140 dipendenti ad oggi alle prese col contratto di solidarietà.

 

Tracciati gli interventi sinergici che dovranno garantire continuità e sviluppo all’importante realtà industriale che occupa oltre 140 dipendenti, attualmente in contratto di solidarietà. Nel corso della riunione, il nuovo Amministratore Delegato della Burgo ha comunicato il lieve slittamento dei tempi per l’attuazione della riconversione, “poiché il progetto originario è stato rivisto con l’obiettivo di ampliare la gamma produttiva”. Nell’interesse comune l’attivazione del nuovo stabilimento avverrà in tempi rapidi, anche per massimizzare i vantaggi degli spazi crescenti offerti dal mercato del cartone e affini e per battere la sempre più estesa concorrenza. In tutta Europa, del resto, nelle aziende cartarie sono in atto processi di riconversione produttiva. E’ stata concordata la sottoscrizione di un protocollo d’intesa funzionale tra Regione, Comune di Avezzano e vertici aziendali, che, in seguito, si arricchirà anche del contributo dei sindacati. A tal fine, la prossima settimana ci sarà la prima riunione del Tavolo Tecnico, tra i soggetti istituzionali e l’azienda, per predisporre il Protocollo d’Intesa, che sarà poi ufficializzato nella sala consiliare del Comune di Avezzano.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Avezzano, novità per la Cartiera Burgo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*