Allevatori in protesta fuori dal Consiglio regionale

Un folto gruppo di allevatori, accompagnati dai sindacati di categoria Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, in presidio nei pressi di Palazzo dell’Emiciclo dove è in corso il Consiglio regionale.

In tanti hanno deciso di recarsi a L’Aquila per “verificare l’adozione della variazione di bilancio a favore dell’Associazione regionale allevatori (Ara) per la predisposizione del trasferimento di fondi”. L’Ara, nelle sue tre sedi, ha 53 dipendenti senza stipendio da ormai 33 mesi. “L’Ara è in condizioni molto difficili – ha spiegato il sindacalista della Cisl Antonello Maurizi -. La Regione deve intervenire con una variazione di bilancio e subito a seguire occorre porre le basi per una legge ad hoc senza stare a pietire ogni volta questi palliativi”.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Allevatori in protesta fuori dal Consiglio regionale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*