A Chieti la prima di Notre Dame col cuore spezzato dal sisma

Doveva essere una notte speciale per Chieti e lo è stata, sebbene sul volto dei 5000 della Civitella vi fosse il segno del dramma del terremoto: anche sul palco del Notre Dame de Paris la commozione di attori e figuranti.

Quando alle 21.30 si alza il sipario sul mastodontico palco allestito alla Civitella di Chieti dai 5000 in platea e sulle tribune parte un applauso che rompe il silenzio di una notte di fine agosto in cui si è ancora tutti scossi e addolorati per il terremoto di Amatrice. E’ la prima del musical Notre Dame de Paris tornato in città dopo 14 anni: è la prima di tre serate andate sold out da mesi. Esmeralda, il Gobbo, Frollo e tutti gli altri si tengono per mano, chinano il capo per ringraziare degli applausi e poi affidano alla penetrante voce del prete cattivo che farà uccide la bella zingara, Frollo, un breve discorso in cui chiedendo di mandare tutti insieme il messaggio di 2 euro al numero di solidarietà attivato si racconta il dolore col quale erano comunque lì, in scena, sul palco. Dopo il minuto di silenzio si accende lo spettacolo di un musical che gira da anni ormai in tutta Italia riempiendo teatri, palatenda e arene: la storia, nota ai più, è quella della bella Esmeralda, zingara andalusa, innamorata di un soldato che venderà la sua vita al reggente di Notre Dame de Paris il quale segretamente innamorato di lei la farà impiccare perchè rifiutato. E poi lui, il vero protagonista con Esmeralda-Lola Ponce: il Gobbo Giò Di Tonno sedotto dal gran cuore dell’unica donna che non scappa, anzi, davanti alla sua bruttezza. Il pubblico della Civitella applaude senza aspettare la fine delle scene, canta, parteggia, si commuove. Straordinario il corpo di ballo composto da ginnasti le cui acrobazie mozzano il fiato: bravissimi tutti gli altri in scena per oltre due ore e capaci di riempire il cielo di Chieti per una notte stellata, triste ma speciale. Nessun bis, ma un lungo ultimo applauso con tutta la Civitella in piedi e loro lì a raccogliere foto e video dagli scatenatissimi cellulari. Stasera di nuovo in scena, domani idem: perfettamente riuscita l’organizzazione di parcheggi allestita dall’amministrazione comunale.

Guarda il Servizio del Tg8:

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "A Chieti la prima di Notre Dame col cuore spezzato dal sisma"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*