18 mln per riqualificare le periferie a Pescara

Su mozione del gruppo consiliare del M5S, il consiglio comunale di Pescara ha approvato all’unanimità l’impegno a riqualificare le periferie cittadine a partire da Fontanelle e via Caduti per Servizio. In ballo 18 mln di euro.

Entro il 30 agosto, infatti, il Comune di Pescara presenterà un progetto per la riqualificazione delle sue periferie rispondendo al bando promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri: ben 18 milioni di euro che potrebbero arrivare in città con ciò che questo comporterebbe per zone come Fontanelle, Zanni, San Donato. Opere pubblico-private, fondi ministeriali e progetti sociologicamente significativi per un riscatto umano e residenziale da tempo atteso da quartieri pescaresi, come questi oggetto del bando, troppo spesso citati e famosi per attentati incendiari, spaccio e fatti delinquenziali più in generale. Una mozione quella approvata all’unanimità de presenti in aula venerdì scorso che porta la firma e i contenuti progettuali del gruppo consiliare del M5S oggi in conferenza stampa in strada proprio in via Caduti per Servizio “tra la gente di un quartiere che sembra pronto ad una nuova vita” ci hanno detto i consiglieri Alessandrini e Di Pillo.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "18 mln per riqualificare le periferie a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*