A Vasto cinghiali tra ombrelloni e bagnanti

Avvistati, fotografati e filmati in spiaggia a zonzo tra ombrelloni e bagnanti: è sempre più emergenza cinghiali a Vasto dove ora arrivano fino in spiaggia scatenando il fuggi fuggi dei primi appassionati della tintarella.

Nella zona industriale, poco fuori la città, sono di casa da tempo ma che ora i cinghiali potessero esser filmati a passeggio sulle dune sabbiosa di Punta Penna è davvero troppo. Troppo per i bagnanti che ieri si sono dovuti dare alla fuga, recuperando in fretta borse e abiti, alla vista di un branco tranquillamente a passeggio tra ombrelloni della spiaggia libera e appassionati della prima tintarella. Un’emergenza quella dei cinghiali a passeggio tra condomini e auto che rischia di non fare più notizia, basti pensare alla famigliola di cinghiali a passeggio nel cortile della facoltà di Scienze Politiche a Genova: mamma e ben 10 cuccioli di casa nel giardino universitario fino al blitz dell’altro ieri che ha visto il giovane esemplare di mamma  caricare gli agenti riuscendo a mettersi in fuga con tre cuccioli mentre gli altri 7 venivano catturati. Tornando alle vicende vastesi, gli ungulati a passeggio in spiaggia rischiano di seminare il panico tra i bagnanti che scelgono Punta Penna e dintorni per evitare il caos dei lidi attrezzati. I residenti nel frattempo chiedono che chi di dovere intervenga e subito, prima che la situazione degeneri e i cinghiali si trasferiscano a branchi nella zona del mare.

cinghiale2_ori_crop_MASTER__0x0-593x443

mamma e cuccioli a passeggio nella zona universitaria di Genova

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "A Vasto cinghiali tra ombrelloni e bagnanti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*