Alberi tagliati a Pescara, proteste e requiem

Anche le insegnanti della scuola elementare di via Scarfoglio, alla Pineta di Pescara, in protesta contro il taglio dei pini scattato in mattinata. Nella foto una studentessa del conservatorio mentre suona il requiem.

Altro quartiere di Pescara, altri pini da tagliare, altre proteste: nelle foto che pubblichiamo la cronaca di una mattina di piogge e contestazioni nella zona della Pineta. Appena giunta l’impresa addetta al taglio e/o alla potatura degli arbusti in strada sono scese maestre, mamme, ambientalisti e semplici residenti: le insegnanti della scuola elementare di via Scarfoglio hanno circondato alcuni pini in loro difesa un istante prima dell’arrivo di altri cittadini. Una protesta, quella di oggi nel cuore verde della città, caratterizzato da un momento poetico: una studentessa del conservatorio di Pescara ha suonato un requiem con tanto di violino e spartito.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Alberi tagliati a Pescara, proteste e requiem"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*