Inquinamento: il Comune sollecita la Regione

Inquinamento: il Comune sollecita la Regione e chiede un intervento sul collettore di San Martino. Sbloccare il collettore in località San Martino: è quanto chiede in una lettera indirizzata alla Regione il vicesindaco di Pescara, Enzo Del Vecchio, sottolineando che l’opera “è ferma da mesi e rischia di deteriorarsi oltre a non depurare le acque”.

Del Vecchio chiede quindi la convocazione tra le parti per arrivare a una “immediata soluzione”.

“L’Ato – spiega Del Vecchio – ha realizzato un collettore fognario nel territorio industriale di San Giovanni Teatino che purtroppo non è ancora entrato in funzione, a causa di questioni interpretative sorte fra Aca, gestore dell’impianto fognario e il Consorzio di Bonifica Centro, soggetto che invece gestisce l’ impianto di depurazione in località San Martino, dove dovrebbero essere convogliate le acque della condotta”. Uno stallo, aggiunge il vicesindaco del capoluogo adriatico “che rischia di compromettere la funzionalità dell’impianto, oltre ad essere di nocumento si registra alla questione disinquinamento del fiume e mare. È per questo che tre giorni fa – conclude Del Vecchio – ho scritto alla Regione Abruzzo e al presidente chiedendo di convocare le parti per un’immediata soluzione. Si tratta di un altro elemento di grande importanza che ci vede impegnati per migliorare lo stato di salute di fiume e mare e per la prossima stagione balneare”.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Inquinamento: il Comune sollecita la Regione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*