A L’Aquila raduno Comitati Familiari vittime di calamità e stragi

“Noi non dimentichiamo” e’ il nome della rete nazionale di familiari di vittime di stragi e calamita’ impresse nella memoria dell’Italia, che il prossimo 5 aprile si ritroveranno all’Aquila, in occasione dell’anniversario del devastante terremoto del 6 aprile 2009.

L’iniziativa e’ nata dal Comitato familiari vittime Casa dello studente del capoluogo abruzzese. L’appuntamento e’ all’Auditorium del Parco dalle 15.30, introdotto da Antonietta Centofanti, a nome del Comitato. Ci saranno rappresentanti di Viareggio, a ricordare il disastro ferroviario del giugno 2009, le mamme della Terra dei fuochi, tra Caserta e Napoli, esponenti di San Giuliano di Puglia, dove nel terremoto dell’ottobre del 2002 ventisette bambini e la loro maestra sono rimasti sepolti sotto le macerie della scuola elementare. Si sentiranno voci provenienti da Taranto e dall’Ilva con l’associazione ‘Genitori tarantini’, da Amatrice, da Rigopiano, rappresentanti del Patto per l’Abruzzo resiliente, del Comitato Scuole sicure, di familiari delle vittime del disastro Moby Prince nel porto di Livorno e di Longarone, con il giovane sindaco Roberto Padrin, che ha cura della memoria e non dimentica la strage del Vajont.

Sii il primo a commentare su "A L’Aquila raduno Comitati Familiari vittime di calamità e stragi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*