Il sindaco di Morino dice no alle antenne 5G

Sindaco aquilano dice no ad antenne 5G, “non faremo da cavia”. D’Amico, proteggo salute cittadini e qualità vita e ambiente .

Il sindaco di Morino, uno dei 120 Comuni selezionati per la sperimentazione del 5G, ha annunciato che non rilascerà alcuna autorizzazione o concessione per l’installazione delle antenne necessarie alla stessa visto che si tratta di “una tecnologia che, oltre a viaggiare ad un’elevata velocità, espone la popolazione a potenti onde elettromagnetiche”.

“Non faremo da cavia – spiega in una nota Roberto D’Amico – e continueremo a proteggere la salute dei cittadini, la qualità della vita e dell’ambiente che, fortunatamente e incontaminato, ancora ci circonda. Il mio ruolo di primo cittadino mi impone prima di tutto la responsabilità di prendermi cura, ove possibile, dei miei concittadini; pertanto, volendo mantenere ora e preservare per chi verrà dopo di noi questi luoghi, non permetterò che il Comune di Morino prenda parte ad alcuna sperimentazione che possa danneggiarci. Come si può anche solo pensare che un Comune come quello di Morino, con una ricchezza ambientale come la Riserva Zompo lo Schioppo possa essere d’accordo e accettare volontariamente di deturpare l’ambiente e mettere a rischio la nostra salute, la purezza e la ricchezza che la natura ci ha offerto?”.

Sii il primo a commentare su "Il sindaco di Morino dice no alle antenne 5G"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*