Abruzzo: troppe leggi, si deve semplificare

Sono 350 i progetti di legge presentati dall’inizio della legislatura fino a dicembre 2016, 104 quelle approvate, 27 le abrogate e 12 quelle impugnate.

I numeri sono emersi questa mattina durante la presentazione del “Rapporto sullo stato della legislazione regionale” del consiglio regionale abruzzese.

Un andamento legislativo dei primi due anni e mezzo della X legislatura che pone l’Abruzzo tra le prime regioni per produzione legislativa. Il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio ha illustrato il rapporto questa mattina all’Emiciclo, alla presenza tra gli altri anche del presidente della Regione Luciano D’Alfonso, che ha ricordato l’importanza della norma che spalma il debito di 780 milioni di euro. Per Di Pangrazio è arrivato il momento di semplificare la dote normativa, anche ricorrendo a uno strumento taglia-leggi per abrogare quelle inapplicabili o superate.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo: troppe leggi, si deve semplificare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*