147 licenziamenti alla E-CARE di Roma, Torino, L’Aquila e Bari

Da domani 147 lavoratori assunti in somministrazione a Roma, Torino, L’Aquila e Bari dall’agenzia per il lavoro Kelly Services a tempo indeterminato e in missione presso il call center E-CARE, rimarranno a casa.

La conferma arriva dalle federazioni di Cgil, Cisl e Uil le quali parlano di “decisione presa nonostante ci siano molte commesse, tra cui Acea, Lottomatica, Poste Italiane, Sodexo”. “In queste ore- si legge nella nota di Felsa-Cisl, NidiL-Cgil e Uiltemp – le due società si stanno rimpallando la responsabilità di quanto sta avvenendo. Non è nostra intenzione entrare nel merito delle questioni commerciali tra E-Care e Kelly, ma chiediamo a tutte le parti coinvolte che questi 147 lavoratori tornino immediatamente ai loro posti di lavoro. Sarebbe stato auspicabile comunque – concludono – che Kelly Services, avesse comunicato questa unilaterale decisione, prima, alle organizzazioni sindacali di categoria”.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "147 licenziamenti alla E-CARE di Roma, Torino, L’Aquila e Bari"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*