L’Aquila, il Consiglio Comunale dice si al Piano Sociale

L’Aquila, il Consiglio Comunale dice si al Piano Sociale 2017/18. Il Consiglio comunale dell’ Aquila, riunitosi nella sala Tullio De Rubeis della sede comunale di Villa Gioia, ha approvato il Piano distrettuale di ambito sociale per l’annualità 2017-2018. Il documento è stato illustrato in Aula dall’assessore alle Politiche sociali Francesco Bignotti.

“Sono state apportate delle significative integrazioni. – ha spiegato l’assessore – in particolare sono state potenziate alcune azioni in favore delle famiglia e dei micro-contesti urbani. Si tratta, infatti, di uno strumento complesso, finalizzato alla tutela di tutte le fragilità sociali, che deve essere predisposto sulla base delle linee guida emanate dagli enti sovraordinati. I margini di manovra, pertanto, sono esigui. Siamo riusciti, in questi due mesi, a dare un primo, significativo segnale attraverso politiche di sostegno alle famiglie attraverso azioni programmatiche rivolte ai giovani e alla loro formazione”. Il piano prevede, infatti, aggiunge Bignotti, “la realizzazione di due centri socio-educativi per bambini e adolescenti, ai fini di promuovere interventi in quei micro-contesti urbani in cui emergono specifici bisogni educativi. È stato inoltre contemplato l’accesso ai contributi per frequentare teatri, cinema e corsi formativi”. Il documento ha avuto il via libera con 28 voti favorevoli, 1 voto contrario ed uno di astensione.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, il Consiglio Comunale dice si al Piano Sociale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*