La notte dei ricercatori fa festa anche in Abruzzo

La notte dei ricercatori fa festa anche in Abruzzo. Il mondo della scienza in festa con una serie di incontri, conferenze, caffè letterari, visite ai centri di ricerca italiani e perfino giochi e esperimenti. Con la giornata conclusiva di ieri, venerdì 29 Settembre “La Notte Europea dei Ricercatori”, la più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica,, promossa dall’Unione Europea che da 12 anni porta la scienza tra i cittadini di tutte le età e che in Abruzzo ha visto protagonisti centinaia di studenti degli istituti e licei superiori.

Una vetrina scientifica con i principali progetti che si sono aggiudicati i finanziamenti europei attraverso i programmi banditi dal Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) e le borse Marie Curie. Tra questi particolarmente interessante quello presentato all’Università de L’Aquila dagli studenti del Liceo Scientifico “Galilei” di Pescara coordinato dal Professor Carlo Cappello.

IMG-20170930-WA0008IMG-20170930-WA0000IMG-20170930-WA0007

Le esperienze in Action Learning sono caratterizzate da un forte coinvolgimento cognitivo, emotivo e fisico tipico della formazione esperienziale, che permettono di “vivere esperienze dirette” in un ambiente sconosciuto, fuori dalla propria “area di comfort” e di per sé sfidante e stimolante. Un metodo nuovo per un percorso più esteso di partecipazione attiva degli studenti di formazione/informazione mirato ad una maggiore consapevolezza nelle scelte da fare per il proprio futuro. SHARPER 2017. Dopo il successo delle passate edizioni, La Notte Europea dei Ricercatori, ha confermato di essere un appuntamento in cui ricerca, scienza e intrattenimento si mescolano per dare la possibilità a tutti di confrontarsi con le sfide che i ricercatori affrontano ogni giorno. Il centro dell’Aquila ha ospitato attività, laboratori interattivi, conferenze, spettacoli ed esperimenti scientifici per avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca. Particolarmente interessanti gli elaborati presentati dagli studenti del Liceo scientifico  pescarese “Galilei” accompagnati dalle Professoresse Rosa Zollo e Francesca Santeusanio.  Un’ iniziativa concreta per avvicinare gli studenti al mondo della Scienza, in modo da incuriosirli, stimolarli a sognare, a pensare, a inventare e a scoprire. Un’occasione significativa per informarsi divertendosi.

Sii il primo a commentare su "La notte dei ricercatori fa festa anche in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*