Giorno della Memoria, l’Abruzzo ricorda le vittime della Shoah

Giorno della Memoria, l’Abruzzo ricorda le vittime della Shoah. Il 27 gennaio del 1945 i soldati dell’Armata Rossa abbattevano i cancelli di Auschwitz e liberavano i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista.

Le truppe liberatrici, entrando nel campo di Auschwitz-Birkenau, scoprirono e svelarono al mondo intero il più atroce orrore della storia dell’umanità: la Shoah. Dalla fine degli anni ’30 al 1945 in Europa furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei. Con una legge del 20 luglio 2000, la Repubblica italiana ha istituito il Giorno della Memoria e nel primo articolo riconosce il 27 gennaio come data simbolica per “ricordare la Shoah, ovvero lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”. Numerose le iniziative organizzate anche in Abruzzo per celebrare la drammatica ricorrenza. Tra queste il ricordo del Campo di internamento di Casoli, uno dei numerosi campi istituiti dal governo fascista. Nel campo di Casoli furono internati oltre 200 sventurati. La struttura fu operante dal 1940 al settembre del 1943, con una capienza massima di circa 90 persone. Vi furono internati dapprima profughi ebrei, provenienti dalla Germania e dall’Austria, e quindi stranieri “ex-jugoslavi”. L’ex scuola del comune di Casoli fu individuata come possibile luogo di internamento. I primi internati giunsero il 14 luglio 1940. Con l’8 settembre 1943 il campo fu chiuso . Dal 27 gennaio al 10 febbraio prossimi, presso il Parco dei Priori e la Biblioteca Comunale di Fossacesia, si terranno una serie di iniziative per celebrare il Giorno della Memoria, ricordando lo sterminio del popolo ebraico e di altre etnie nei campi di concentramento nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. L’evento inaugurale delle varie iniziative si svolgerà oggi sabato 27 Gennaio alle ore 16.00 presso il Parco dei Priori, dove sarà presenta la mostra dal titolo ‘Sopravvissuti, Ritratti Memorie Voci’, una personale di Simone Gosso, curata da Ocra Lab Idee per Comunicare. La mostra resterà aperta fino al 10 febbraio (mattino 10-13, pomeriggio 15-18). Si tratta di una toccante serie di scatti a superstiti dei lager realizzata tra il 1988 e il 2003 dal fotografo torinese Simone Gosso. L’allestimento presenta una selezione di immagini dal corpus complessivo, in cui i volti dei superstiti sono affiancati dalle personali memorie sull’esperienza della deportazione. Ritratti singoli restituiscono, insieme alla testimonianza della tragedia collettiva, la composita fisionomia di più voci: uomini e donne, ebrei, partigiani, antifascisti, persone prese a caso nei rastrellamenti, con le loro storie e sentimenti unici. Gli eventi proseguiranno lunedì 29 gennaio quando, sempre nel Parco dei Priori, alle ore 17:30, il Centro Diurno Minori di Fossacesia porterà in scena le letture espressive dal titolo ‘Ricordare per non dimenticare’. Mercoledì 31 Gennaio sarà la volta delle narrazioni a cura del Centro Diurno Anziani “Perle di Saggezza” di Fossacesia che sempre presso il Parco dei Priori, alle ore 17:30, porterà la propria testimonianza dal titolo ‘Elaborazione di un’esperienza drammatica, per vivere una vecchiaia più consapevole e saggia’. Giovedì 1 febbraio sarà la volta degli alunni delle classi V della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Fossacesia che alle ore 10:15, al Parco dei Priori, presenteranno ‘Momenti di Riflessioni’, con canti e letture sul tema dell’Olocausto. Alle 17:30 invece il Centro Diurno per Minori sarà nuovamente protagonista con lo spettacolo teatrale ‘La magia del cuore’. Venerdì 2 febbraio presso la Biblioteca Comunale Ignazio Silone, dalle ore 15 alle ore 18, letture e riflessioni per i più piccoli ‘L’amico ritrovato’, (di Fred Uhlman): un bambino come me.

Sii il primo a commentare su "Giorno della Memoria, l’Abruzzo ricorda le vittime della Shoah"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*