Consiglio Abruzzo, Febbo su rinvio seduta

Consiglio Abruzzo, Febbo su rinvio seduta. “Rinvio della seduta del Consiglio Regionale è avvilente e mortificante, danneggia solo l’Abruzzo”. Così il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo, sul rinvio, al 31 ottobre prossimo, della seduta odierna dell’assemblea regionale.

“Puerili e sterili sono, inoltre, le scuse presentate dalla stessa maggioranza visto che, senza il Presidente, la maggioranza è formata da ben 17 consiglieri – continua il forzista in una nota -. La realtà è un’altra: siamo di fronte ad un centrosinistra senza né i numeri né la compattezza dove più fazioni territoriali si fronteggiano e si ricattano a vicenda senza avere il coraggio di confrontarsi sui veri temi ed esigenze di questa regione”. Il forzista sottolinea che “in Regione Abruzzo abbiamo una maggioranza che si auto celebra di risultati positivi presenti solo nella sua illusione ed è del tutto evidente invece come l’esecutivo di governo regionale ha perso il contatto con la gente, le imprese, le amministrazioni comunali e con i territori. Basta semplicemente guardare cosa accade fuori dai palazzi del potere dove attività industriali, imprese commerciali, artigianali e agricole chiudono, ospedali al collasso, giovani senza lavoro, viabilità dissestata, emergenze ambientali ancora irrisolte, banche locali azzerate, credito azzerato, fondi europei non spesi, carceri che scoppiano – conclude Febbo -, invasione di emigranti e l’elenco potrebbe continuare”.

Sii il primo a commentare su "Consiglio Abruzzo, Febbo su rinvio seduta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*