Acqua sporca a Pescara, resta il divieto per altri due giorni

Acqua sporca a Pescara, resta il divieto per altri due giorni. Rimane il divieto per l’uso dell’ acqua potabile in due strade a Pescara. La Asl ha disposto supplemento analisi, dati attesi per venerdì.  Resta in vigore, fino al supplemento di analisi deciso da Asl e Aca che sarà reso noto venerdì 16, l’ordinanza di divieto di utilizzare l’acqua potabile a Pescara in 15 abitazioni di via Spartaco e via dei Marsi.

E’ quanto ha reso noto il vice sindaco e assessore alla Protezione Civile Antonio Blasioli. “Abbiamo ricevuto una nota dell’Aca circa la situazione della rete idrica di via Spartaco e via dei Marsi, dove erano stati avvertiti odori di cui si sta accertando natura e provenienza. Per tutelare la salute dei cittadini interessati dalla criticità, in tutto 15 abitazioni, ieri è stata firmata un’ordinanza sindacale che vieta l’utilizzo a usi potabili dell’acqua dei rubinetti. A seguito di sopralluogo svolto oggi da Asl e Aca, la Asl ha disposto un supplemento di analisi il cui responso sarà ufficializzato venerdì. Fino a quella data resta il divieto. Nel frattempo l’Aca sta provvedendo a distribuire bottiglie di acqua alle abitazioni interessate dal divieto, con cui potranno provvedere agli usi alimentari”.

Sii il primo a commentare su "Acqua sporca a Pescara, resta il divieto per altri due giorni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*