Pescara, stop al mercato etnico

Pescara, stop al mercato etnico nelle aree dell’ex stazione ferroviaria. Cittadini e negozianti presentano 350 osservazioni per modificare il progetto.

Sul mercato etnico dei senegalesi che dovrà sorgere nel sottopasso ferroviario di Via Ferrari nei pressi della stazione ferroviaria di Pescara è di nuovo braccio di ferro tra favorevoli e contrari. Cittadini e commercianti si sono schierati contro la struttura commerciale ed hanno presentato entro i termini fissati, ben 350 osservazioni  al progetto.

Da quanto si è appreso le osservazioni presentate mirano a modificare sostanzialmente il progetto dell’amministrazione comunale. C’è addirittura chi vorrebbe abolirlo. In molti ritengono infatti che il mercato etnico nel sottopasso ferroviario contribuirà a diffondere, come già avvenuto in passato, il fenomeno della vendita di prodotti con marchi contraffatti o taroccati. Fenomeno questo ancora diffuso sulle vie del centro e lungo la riviera. Decine e decine di extracomunitari che continuano indisturbati a vendere materiale contraffatto di ogni genere. In merito alle osservazioni presentate dai cittadini e dai commercianti, sarà il Consiglio Comunale che dovrà decidere se accoglierle o meno. Il braccio di ferro prosegue e non si prevedono tempi brevi.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara, stop al mercato etnico"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*