Città Sant’Angelo, inaugurata la scuola “F. Fabbiani”

Città Sant’Angelo, inaugurata la Palestra comunale a servizio della Scuola Primaria “Fernando Fabbiani” nella zona di Marina di Città Sant’Angelo. La struttura, ha ricordato il Sindaco di Città Sant’Angelo, Gabriele Florindi, è stata realizzata grazie ad un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti ed ai fondi comunali. Nessun contributo statale a fondo perduto è stato assunto, ha sottolineato il primo cittadino.

E’ arrivato anche il ministro della Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli, per l’inaugurazione della scuola primaria di Città Sant’Angelo intitolata a Ferdinando Fabbiani, il compianto vicesindaco della cittadina pescarese scomparso dopo malattia.

“E’ una bella giornata di sole e non poteva essere diversamente con la presenza del ministro per intitolare una scuola a quel grande uomo che è stato Ferdinando”. Lo ha detto il sindaco Gabriele Florindi che ha accolto il ministro assieme al presidente della Regione, Luciano D’Alfonso e all’assessore Marinella Sclocco. “Questa scuola – ha detto Florindi – non servirà solo ai bambini, ma è una struttura strategica per le emergenze visto che è tutta in legno antisismica”.

La progettazione esecutiva e e la realizzazione della Palestra Comunale a servizio del complesso scolastico di Marina di Città Sant’Angelo sono state eseguite dall’ Impresa DDL srl che in data 20 ottobre 2014 si è aggiudicata l’appalto con un ribasso del 21,5% per un importo totale di 702.504,60 euro. Alla cerimonia d’inaugurazione ed intitolazione è intervenuta anche la Ministra dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.

E’ arrivata alle 12 in punto arriva la ministra dell’Istruzione Fedeli: si è intrattenuta per diversi minuti con i bimbi lì festosi ad accoglierla. Una volta scoperta la targa in memoria di Fabbiani il saluto affettuoso con la moglie, la figlia e l’anziano papà del politico scomparso. Al microfono del Tg8 alcune sue dichiarazioni.

 

Sii il primo a commentare su "Città Sant’Angelo, inaugurata la scuola “F. Fabbiani”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*