Abbattimento Palazzo Sirena, aperta inchiesta

palazzo-sirena-demolizione1

Abbattimento Palazzo Sirena, aperta inchiesta. La Procura della Repubblica di Chieti, sulla base dell’esposto presentato il 23 agosto scorso dal Comitato abruzzese del paesaggio, che racchiude architetti e professionisti contrari all’abbattimento di Palazzo Sirena a Francavilla, ha aperto un fascicolo sull’opera di demolizione dell’edificio, avviata dall’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Luciani.

“Nell’esposto ci siamo limitati ad informare la Procura della comunicazione inviata dalla Soprintendente al sindaco – spiega Alfredo Mantini, del Comitato abruzzese del paesaggio – nella quale si chiedeva all’amministrazione di attendere fine mese, prima di avviare i lavori, per avere il parere del segretariato regionale della Soprintendenza”. Titolare dell’inchiesta è il sostituto procuratore Giuseppe Falasca.

“Abbiamo chiesto di appurare se ci siano irregolarità – aggiunge Mantini – in particolare rispetto a tempi e termini di verifica”. L’esponente del comitato sottolinea “il valore architettonico dell’opera” e ricorda “il progetto di recupero della struttura, che presentammo nel 2013 e che avrebbe avuto costi decisamente inferiori a quelli che avrà adesso, considerando che soltanto per l’abbattimento dell’edificio si è già arrivati a spendere 400 mila euro”.

Sii il primo a commentare su "Abbattimento Palazzo Sirena, aperta inchiesta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*