L’Aquila, Nigeriano arrestato per tentata violenza

L’Aquila, Nigeriano arrestato per tentata violenza. Accusato di tentata violenza sessuale e lesioni personali ai danni di una connazionale, un nigeriano 25 enne e’ stato arrestato a L’Aquila dalla polizia su ordine di custodia cautelare in carcere.

Il provvedimento, eseguita dal personale della Squadra Volane, e’ stato emesso dal gip Giuseppe Romano Gargarella su richiesta del pm Stefano Gallo. L’episodio risale al 7 giugno scorso quando la donna, che condivideva un appartamento con il giovane, era stata ricoverata in ospedale. Al rifiuto di avere un rapporto sessuale, stando alle dichiarazioni della vittima e a quanto accertato successivamente dagli investigatori, il nigeriano l’ha colpita ripetutamente con pugni e calci all’addome procurandole un taglio sull’avambraccio destro con un coltello. La stessa straniera, riuscita a divincolarsi, e’ uscita dall’appartamento ed e’ stata soccorsa ed accompagnata in ospedale da un italiano, proprietario dell’abitazione. La giovane aveva riferito ai poliziotti intervenuti in ospedale di aver subito, dall’arrestato, varie molestie e che quella sera, dopo il suo ennesimo rifiuto di una prestazione sessuale, lo stesso aveva tentato di violentarla. Il 25enne e’ stato recluso nel carcere di L’Aquila a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.

1 Commento su "L’Aquila, Nigeriano arrestato per tentata violenza"

  1. david celiborti | 13/09/2017 di 17:52 | Rispondi

    L’altro ieri è successo quel brutto caso di Firenze in cui sono stati coinvolti due carabinieri di pattuglia in prossimità di una discoteca, che stupidamente sono stati attirati da due ragazze americane, ed altrettanto stupidamente sentendosi eccitati e provocati forse dall’abbigliamento succinto delle due donne, si sono spinti a riaccompagnarle a casa nella loro volante( vietato dare passaggi!) e il resto io credo lo sapete …un consenziente ….atto sessuale! Certamente colpevoli più che altro per ingenuità, ma pur sempre colpevoli! Ma gli stupri che si susseguono ogni giorno sono una piaga grande di questi clandestini (che in modo o nell’altro!) devono appagare i loro desideri sessuali repressi e…do coio, coio! Ieri il bengalese, oggi il nigeriano, l’altro giorno,1 nigeriano+ 2 marocchini+ 1 congolese! Questi gesti ripeteranno ancora! Penso il fatto seppur grave dei carabinieri sia un atto isolato! La Pinotti cerca di incrudire contro i 2 dell’arma, ma non fa nulla, insieme agli altri di questo governo parolaio, per spingere i magistrati a colpire con pene forti quelli che perpetuano queste brutture ogni giorno! Un mesetto fa è stata stuprata una donna di 80 anni, una nonna: non ci lasciano davvero nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*