Chieti, Vigili rischiano di essere investiti nella ZTL

Chieti, Vigili rischiano di essere investiti nella ZTL. Si cerca il malfattore. La solidarietà del Sindaco e dell’ Assessore comunale Mario Colantonio.

“Esprimo solidarieta’, unitamente al sindaco Umberto Di Primio e all’intera Giunta Municipale, nei confronti del Comando della Polizia Municipale e dei due agenti che ieri sera hanno messa a repentaglio la propria incolumità per colpa di un malfattore”. E’ quanto dichiara l’assessore al Traffico e Viabilita’, Mario Colantonio, a proposito dell’episodio verificatosi nella serata di ieri ai danni di due agenti della Polizia Municipale in servizio. “Nella serata di ieri, alle ore 20.00 circa – spiega l’assessore Colantonio – all’imbocco della ZTL di via Cesare De Lollis sottoposta a controllo assistito come ampiamente comunicato nei giorni scorsi, un automobilista a dir poco irresponsabile ha forzato volutamente lo stop imposto dai vigili tentando anche di investirli. Sicuramente l’intenzione non era solo quella di voler transitare sulla strada. Gli agenti impegnati nel loro lavoro hanno tempestivamente avvisato il Comando e gia’ da questa mattina si e’ sulle tracce dell’irresponsabile e pericoloso trasgressore. Anche una normale attivita’ di servizio utile alla collettivita’ posta in atto dalla Polizia Municipale – conclude l’assessore – espone, purtroppo, gli agenti impegnati in divisa a situazioni di grave pericolo”.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Chieti, Vigili rischiano di essere investiti nella ZTL"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*