A L’Aquila un consigliere forzista rivuole il crocifisso

Non intende demordere nella battaglia per riportare il crocifisso nell’aula consiliare l’esponente di Forza Italia Roberto Tinari: al via una raccolta di firme.

Mentre il calendario ci dice che mancano esattamente 24 giorni al Natale e i dibattiti sui crocifissi e i presepi nelle scuole e nei luoghi pubblici si fanno sempre più accesi, a L’Aquila il consigliere comunale di Forza Italia Roberto Tinari va avanti con quella che ad oggi sembra una personale battaglia pro crocifisso. Non è bastata la fumata nera dei giorni scorsi, proprio in consiglio comunale dove Tinari aveva portato all’attenzione dell’aula la richiesta di riportare in aula consiliare un crocifisso, a spegnere i suoi intenti: sarà una speciale mozione accompagnata da una raccolta di firme il prossimo doppio passo in nome e per conto del simbolo della cristianità che Tinari vuol promuovere. Pronto a dimostrare che nell’aula consiliare a L’Aquila ‘un crocifisso c’è sempre stato’, il consigliere azzurro parla in termini di ‘grave offesa e mancanza di rispetto specie in un momento storico come quello che la cristianità sta vivendo’.

Il servizio del Tg8:

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "A L’Aquila un consigliere forzista rivuole il crocifisso"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*