L’Aquila, Gssi diventa università

Il Gran Sasso science institute diventa università conquistando il rango di scuola di eccellenza.

Il Governo ha dato il via libera nelle settimane scorse al rifinanziamento e alla stabilizzazione del Gssi, la scuola sperimentale di dottorato internazionale dell’Aquila, che diventa ora un istituto universitario a ordinamento speciale, con un contributo di 3 milioni di euro a partire dal 2016, a cui si aggiungono altri 6 milioni della Regione Abruzzo.

Dopo tre anni di sperimentazione e duemila domande arrivate per accedere alla scuola e 120 borse di studio di dottorato assegnate, di cui una metà a studenti stranieri, il centro fortemente voluto dall’ex ministro Fabrizio Barca diventa a tutti gli effetti una Scuola di eccellenza riconosciuta dal ministero dell’Istruzione, accanto alla Normale e alla Sant’Anna di Pisa, allo Iuss di Pavia, all’Imt di Lucca e alla Sissa di Trieste a pochi mesi dal successo targato anche Gran Sasso Science Institute dovuto alla scoperta delle onde gravitazionali.

Proprio in queste ore si sta concludendo l’iter alla Camera.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, Gssi diventa università"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*