Alessandro Angelucci, attesa per il rimpatrio della salma

angelucci-alessandro1

E’ tutto pronto al Mediamuseum di Pescara dove sarà allestita la camera ardente per Alessandro Angelucci, il professore 34 enne pescarese morto in Turchia scivolando in un burrone. Salma attesa tra domani e lunedì.

Potrebbe arrivare in Italia, e quindi tornare nella sua Pescara, tra domenica e lunedì la salma del professore 34 enne pescarese morto in Turchia scivolando in un burrone. Per l’ultimo saluto ad Alessandro Angelucci è già tutto pronto al Mediamuseum di Pescara dove sarà allestita la camera ardente: un omaggio a questo brillante intellettuale voluto da quanti condividevano con Alessandro la passione per la storia e la letteratura bizantina. Il rimpatrio del corpo del professore, morto martedì scorso in Turchia dopo esser precipitato in un burrone durante una escursione, era previsto già per la giornata di oggi ma alcuni intoppi burocratici lo hanno fatto slittare di alcune ore: domani, al massimo lunedì Alessandro farà il suo ritorno nella città dove la mamma, la sorella, tanti amici e molti studenti lo attendono per rendergli un sentito e addolorato omaggio.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Alessandro Angelucci, attesa per il rimpatrio della salma"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*