Ragazza pugile in coma, la Procura di Chieti apre un fascicolo

Ragazza pugile in coma, la Procura di Chieti apre un fascicolo. Per Francesca Moro ipotesi lesioni aggravate. Acquisite le immagini dell’incontro di pugilato.

Il sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Lucia Campo ha aperto un fascicolo sul caso della pugilatrice veneta Francesca Moro, di 26 anni, che sabato pomeriggio è andata in coma al termine di una delle semifinali che si sono disputate a Chieti nell’ambito del Torneo nazionale di boxe femminile. L’indagine in questa fase è nei confronti di ignoti, l’ipotesi di reato è quella di lesioni aggravate. Il magistrato ha anche disposto il sequestro delle immagini relative al combattimento oltre che dei combattimenti disputati dalla pugile in precedenza per poter ricostruire l’intera vicenda che poi ha portato al drammatico epilogo. Il pm potrebbe anche nominare un esperto per l’esame delle immagini. Sono stati i carabinieri della Compagnia di Chieti a rimettere una segnalazione alla Procura teatina.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Ragazza pugile in coma, la Procura di Chieti apre un fascicolo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*