Pignorati 4 milioni e mezzo alla Bnl di Teramo

giudicegiudice

Alla Bnl di Teramo pignorati 4 milioni di euro che la banca deve restituire ad un imprenditore della Val Vibrata.

Dopo 7 anni di cause un industriale della Val Vibrata è riuscito a riavere quanto gli era dovuto dalla Bnl di Teramo. Alla banca teramana sono stati pignorati 4 milioni e mezzo di euro in assegni circolari per spese mai pattuite e somme ottenute con decreti ingiuntivi. La Bnl aveva preteso illegittimamente un milione e 381 mila euro dall’industriale ottenendo due decreti ingiuntivi provvisoriamente  esecutivi , ma dopo lunghe cause viene costretta a pagare per interessi illegittimi, commissioni di massimo scoperto e spese mai pattuite, anatocismo ,più interessi legali e spese legali. Secondo il giudice i rapporti di conto corrente non erano regolati da contratti validi.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pignorati 4 milioni e mezzo alla Bnl di Teramo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*