Chieti, bagni rotti scolari costretti a trattenere i bisogni

Riceviamo e pubblichiamo la mail di una madre di uno scolaro che frequenta la Scuola elementare di Via Pescara a Chieti Scalo che lamenta il malfunzionamento dei servizi igienici. Immediata la replica della Dirigente scolastica Michelangeli la quale assicura di aver adottato tutte le procedure per limitare i disagi. Il Comune intanto assicura di aver dato mandato per la soluzione del problema.

Secondo quanto riportato dalla madre dello scolaro, che preferisce mantenere riservate le proprie generalità, dal maggio dello scorso anno, i servizi igienici del secondo piano sono fuori servizio. Ne funziona soltanto uno. Nel lamentare il disservizio, la madre pone l’attenzione anche sull’igiene. In seguito al malfunzionamento dei servizi igienici, prosegue sempre la madre nella mail, i bambini sono costretti a trattenere i bisogni fino all’orario di uscita, ovvero alle ore 16,30. La madre chiede nella mail l’intervento di Rete8 per segnalare il caso e sollecitare un intervento in tempi brevi.

E non si è fatta attendere la replica della Dirigente scolastica la Professoressa Maria Assunta Michelangeli la quale telefonicamente ha rigettato ogni accusa ed ha precisato che:

” E’ vero che alcuni bagni al secondo piano sono fuori servizio, ha sottolineato la Dirigente scolastica, ma ho immediatamente attivato ogni misura alternativa per limitare i disagi. Sono in stretto contatto con l’Architetto comunale Elia con il quale abbiamo fatto vari sopralluoghi tecnici per coordinare i lavori. Da ieri pomeriggio, ha aggiunto ancora la professoressa Michelangeli, un operaio ha iniziato i lavori per ripristinare i servizi igienici”.

La Dirigente scolastica della scuola elementare di Via Pescara ha inoltre riferito di aver inviato al comune nel corso di questi mesi, diverse lettere per sollecitare i lavori l’ultima in ordine di tempo inviata nella giornata di ieri. Il Comune, ha sottolineato ancora, risponde con i suoi tempi e le sue procedure.

“Nella nostra scuola, ha aggiunto infine la Dirigente scolastica Michelangeli, adottiamo una didattica di qualità a tutti i livelli ed assicuriamo attenzione verso ogni alunno. Mi rammarica, ha detto ancora, che qualche genitore possa cavalcare ogni episodio negativo per mettere in cattiva luce il nostro operato, anziché collaborare con l’istituzione scolastica. La scuola, si è attivata su tutti i fronti per limitare al massimo i disagi. Disagi che nei prossimi giorni saranno del tutto risolti”.

E sulla vicenda interviene in una nota anche l’ Assessore Comunale competente Raffaele Di Felice il quale precisa che:

«L’ufficio tecnico del Comune di Chieti, su indirizzo dell’amministrazione comunale, sta dando assoluta priorità agli interventi riguardanti le scuole cittadine, prima su tutti i lavori antisismici e antincendio, quelli riguardanti le infiltrazioni e l’adeguamento interno – fa sapere l’Assessore Raffaele Di Felice -. Per quanto riguarda la segnalazione del malfunzionamento dei servizi igienici posti al secondo piano della scuola primaria di via Pescara, comunico che sono stati effettuati sopralluoghi da parte dei tecnici comunali e il problema riscontrato riguarda il sistema d’adduzione delle acque. Al fine di permettere la risoluzione del problema – evidenzia l’Assessore -sono stati affidati i lavori sulla scorta dell’impegno di spesa predisposto. Sappiamo che la dirigente dell’Istituto Comprensivo, prof.ssa Maria Assunta Michelangeli, ha gestito il disservizio nel migliore dei modi, limitando veramente al minimo il disagio per gli alunni».

 

Sii il primo a commentare su "Chieti, bagni rotti scolari costretti a trattenere i bisogni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*