Lanciano: banca condannata a risarcire correntista

Concept of savings : Coins and Thai Baht money on savings account passbook, calculator and pen

A Lanciano una banca è stata condannata dal tribunale civile a risarcire 81 mila euro a un correntista per degli estratti conto negati.

La vicenda ha per protagonista un imprenditore frentano, a cui la banca ha negato estratti conto risalenti a oltre un decennio dalla domanda. Il correntista si è però rivolto a Sos Utenti, associazione a difesa dei consumatori, che, tramite l’avvocato Andrea Florindi e il perito Gennaro Baccile, ha analizzato la vicenda, individuando l’abuso per il quale la banca è stata condannata dal tribunale civile a risarcire il correntista con 81 mila euro.

La vicenda ruota attorno a interessi anatocistici illegittimi e all’azzeramento dello scoperto di conto non provato dalla stessa banca.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Lanciano: banca condannata a risarcire correntista"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*