Villa Celiera: un dipinto del ‘600 per la Festa di S.Giovanni Battista

Villa Celiera: un dipinto del ‘600 per la Festa di S.Giovanni Battista. Domani sarà esposto un quadro di un anonimo del ‘600 raffigurante il Santo.

In occasione della festa patronale di San Giovanni Battista il 29 agosto a Villa Celiera l’Amministrazione Comunale ha organizzato un evento culturale da affiancare al programma religioso e civile che come ogni anno è a cura del Comitato Feste. Per la gioia degli amanti dell’arte e per la venerazione dei fedeli nella Chiesa di San Giovanni Battista sarà esposto un importante dipinto del Seicento di scuola emiliana della collezione Zonin raffigurante San Giovanni Battista nel deserto. Ai saluti del Parroco Don Windel Pastorizia e del Sindaco Domenico Vespa seguirà una breve descrizione del dipinto a cura dell’Avv. Loris Di Giovanni. Il prezioso e raro dipinto è un olio su tela da collocarsi cronologicamente a circa la metà del Seicento, sicuramente di scuola emiliana, in una bellisima cornice a cassetta, laccata in nero con dorature, coeva ed originale. Il Santo è a figura intera, vestito di poveri abiti, un manto scarlatto ed una pelliccia di pecora ed occupa l’intera scena sedendo su un masso;  guardando verso lo spettatore rivolge la mano destra verso il cielo ad indicare il Redentore e tiene nell’altra una croce sulla quale è un cartiglio con la tradizionale iscrizione “Ecce Agnus Dei”. Al suo fianco un agnello mentre dalla parte opposta un bellissimo paesaggio con una copiosa cascata d’acqua che allude alle battesimali abluzioni di Gesù nel Giordano. La composizione, la posa del personaggio ed in generale l’atmosfera della sena, evocano la pittura del Caravaggio.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Villa Celiera: un dipinto del ‘600 per la Festa di S.Giovanni Battista"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*