Vigile sospeso a Pescara, annullata la sanzione

polizia-municipale

Annullata la sospensione dal servizio e dalla retribuzione disposta dal Comune di Pescara nei confronti del vigile urbano Angelo Volpe che aveva multato il questore.

Il giudice del Lavoro del Tribunale di Pescara, Massimo De Cesare, ha annullato la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio e dalla retribuzione per nove giorni imposta dal Comune di Pescara nei confronti dell’agente della Polizia Municipale Angelo Volpe, coinvolto nella vicenda della multa al questore del capoluogo adriatico. Il giudice De Cesare ha accolto il ricorso presentato dal vigile urbano Volpe contro il provvedimento disposto nel luglio  del 2015 ed ha condannato il Comune “al pagamento in favore del ricorrente delle quote di retribuzione trattenuta in esecuzione della sanzione stessa, oltre alla maggior somma tra svalutazione monetaria e interessi legali dalla maturazione dei singoli ratei mensili dei crediti al saldo”. All’origine del provvedimento disciplinare nei confronti dell’agente della polizia municipale c’erano state  le dichiarazioni rilasciate da Volpe in un’intervista al programma televisivo ‘Le Iene’ che si era occupato in un servizio della la vicenda della multa al questore.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Vigile sospeso a Pescara, annullata la sanzione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*