Viabilità in Abruzzo: 40 milioni per le strade dissestate

Viabilità in Abruzzo: sono complessivamente 40 i milioni messi a disposizione dallo Stato per gli interventi su strade provinciali e comunali interessate da eventi sismici.

Le misure illustrate nel dettaglio stamane dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso per 65 interventi, nel totale, su strade delle Province di Teramo, L’Aquila e Pescara, nell’ambito del programma per il ripristino della viabilità, secondo la Legge 45 dello scorso aprile, che riguarda un’ampia area del centro Italia di circa 8000 Kmq, 140 comuni e 10 provincie tra Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche. I 40 milioni distribuiti in due distinti stralci per interventi in Abruzzo, andranno a finanziare lavori fondamentali per la viabilità cosiddetta minore, per l’85% su strade provinciali e per il 15% su strade comunali. Dal lungo elenco spiccano gli oltre 2 milioni di euro per la ricostruzione dello storico ponte di Castiglione a Casauria; gli oltre 570 mila euro per la provinciale alle porte di Vicoli, tutt’ora chiusa, ma anche gli oltre 2 milioni e 650 mila euro su una strada nei pressi di Roccamorice la cui inagibilità ha provocato non pochi disagi all’intera comunità. Molti di questi interventi sono poi concentrati sulla Provincia di Teramo, particolarmente colpita dal sisma del 2016, tra questi si segnalano gli oltre 4 milioni per il ponte a Teramo, ed altri copiosi finanziamenti per le strade di Civitella del Tronto, Castel Castagna, Campli, Colledara, Cortino, Tossicia, Torricella Sicura ed anche per il ponte di Bellante. Caratteristica del provvedimento l’affidamento dei lavori, secondo un accordo del Ministero, all’Anas, anche se si tratta di strade non di sua competenza.

“A chi insinua si tratti di un conflitto d’interesse – precisa subito D’Alfonso – voglio intanto chiarire che sono in regime di aspettativa e che comunque, vista l’urgenza dei lavori, non poteva essere indicato soggetto attuatore migliore, vista l’esperienza maturata nei decenni.”

Questo per quanto riguarda la viabilità minore, ma Regione particolarmente vigile anche per quanto riguarda la viabilità maggiore ed in particolare gli interventi in ordine di sicurezza di Strada dei Parchi su A24 e A25:

“Anche qui c’é chi sostiene io voglia fare un grande favore a Carlo Toto – precisa ancora D’Alfonso – ma le mie sollecitazioni per l’approvazione di un preciso emendamento al Governo, riguardano l’interesse di tutti gli automobilisti abruzzesi e non solo riguardo ad un’arteria fondamentale che ha bisogno di interventi di consolidamento, al di là dei lavori di ordinaria manutenzione in corso d’opera.”

Intanto il Presidente della Regione D’Alfonso scrive a Prefetti e Province: 

“Con una nota inviata lunedì 4 dicembre ai prefetti e ai presidenti delle Province abruzzesi, nonché alla catena di comando della Protezione civile regionale, il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso ha riassunto gli interventi della Regione per il contrasto alle calamità atmosferiche invernali:

1) un contributo economico di 550mila euro, finanziato con legge regionale n. 58 del 29.11.2017 e pubblicato sul BURA Speciale n. 125 dell’01.12.2017, fornito attraverso l’approvazione di una delibera che concede: a ogni Provincia 100mila euro; alle Province di Chieti e Pescara rispettivamente € 30.000,00 ciascuna per la viabilità che conduce agli impianti sciistici di Passolanciano-Majelletta; alla Provincia de L’Aquila € 25.000,00 per la viabilità che conduce agli impianti sciistici della stessa provincia ed € 10.000,00 per la viabilità che conduce al Passo del Diavolo; alla Provincia di Teramo € 15.000,00 per la viabilità che conduce agli impianti sciistici di Prati di Tivo; Comune di L’Aquila € 40.000,00 per la messa in sicurezza e riqualificazione della strada di collegamento tra il Progetto C.A.S.E. di Assergi ed il Piazzale di Fonte Cerreto.

2) con delibera n. 579 del 18.10.2017, la Regione ha reperito risorse economiche pari a 400mila euro per l’acquisto di 4 mezzi da assegnare alle 4 Province per le operazioni di sgombero della neve; A questa importante iniziativa di rinnovo e potenziamento dei parchi macchine provinciali partecipa la società Terna con un contributo pari a 600mila euro+IVA (€ 732.000,00), come risulta da apposita convenzione sottoscritta tra Regione Abruzzo e Terna Spa in data 10.11.2017. Tutto ciò ha determinato l’approvazione della procedura negoziata per la fornitura di 2 turbine da neve e 2 veicoli sgombraneve corredati di lama e spargisale per un importo complessivo di € 1.132.000,00 comprensivo di IVA; l’apertura delle buste avverrà il 12 dicembre. A tal proposito D’Alfonso ha voluto ringraziare Terna “per lo straordinario contributo economico concesso, come da impegno preso nei mesi scorsi, che si somma a quelli stanziati e cantierati per l’ammodernamento e il potenziamento delle infrastrutture elettriche della regione dopo gli episodi di black out elettrici del gennaio scorso”.

3) l’assegnazione di 65 generatori forniti da Enel per eventuali casi di assenza di energia elettrica in altrettanti Comuni al fine di assicurare piena efficienza ai Centri Operativi Comunali e ai servizi essenziali erogati dalla pubblica amministrazione; il presidente ha inteso ringraziare anche la società di Francesco Starace “per la fornitura dei generatori e per la manutenzione straordinaria delle linee elettriche nel territorio regionale”.

4) in merito agli invasi idrici, per la diga di Chiauci si sta predisponendo l’aggiornamento del Documento di Protezione Civile, il cui atto finale verrà approvato dalla Prefettura competente, per il quale il Consorzio di Bonifica Sud di Vasto sta acquisendo studi tecnici propedeutici facendo ricorso al finanziamento previsto per tale bacino nel Masterplan; per la gigantesca diga di Campotosto sono già stati approvati i Documenti di Protezione Civile delle dighe di Piaganini e Rio Fucino, mentre il Documento della diga di Sella Pedicate verrà approvato oggi. Resta da approvare nelle prossime settimane il Documento della diga di Poggio Cancelli.

D’Alfonso ha tenuto a sottolineare che “questo Governo Regionale, sin dal suo primo anno di mandato, ha inteso sostenere le amministrazioni provinciali anche relativamente alle risorse economiche occorrenti all’attuazione dei Piani Neve e di Protezione Civile, tenuto conto dei sempre minori trasferimenti statali conseguenti alla legge di riordino degli enti intermedi”.

E sulla viabilità intervengono anche i consiglieri regionali di Forza Italia, Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri 

“Sinceramente ci saremmo aspettati dal Presidente D’Alfonso un annuncio di inizio lavori o apertura di cantieri invece siamo nuovamente ad ascoltare l’ennesimo spot dove si annunciano pioggia di milioni di euro mentre i Comuni abruzzesi si apprestano ad affrontare in solitaria l’ennesimo inverno senza fondi, senza organizzazione e solo con la speranza in un inverno più clemente rispetto a quello precedente”. Questa la replica dei consiglieri regionali di Forza Italia Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri dopo le ultime dichiarazioni del Presidente della Giunta in merito agli interventi di ripristino della viabilità danneggiata sia dai terremoti sia dalle calamità naturali del gennaio scorso. “Dopo i Masterplan, le varie cabine di regia al Ministero e le visite dei vari Ministri i nostri Sindaci sono ancora abbandonati e senza un solo euro di finanziamento. Basti vedere la situazione paradossale, vergognosa e insostenibile in cui versano l’alto vastese, il pescarese ed il teramano interno dove le frane, gli smottamenti e disseti sono peggiorati e nessun rimedio straordinario ed urgente è stato messo in campo. Piccoli centri che rischiano di rimanere isolati e senza viabilità. Pertanto – concludono Febbo e Sospiri- oggi abbiamo solo la prova provata che questo Governo regionale sia stato incapace di assolvore alle vere emergenze e alle criticità che l’Abruzzo ormai attende da troppo tempo”.

Sii il primo a commentare su "Viabilità in Abruzzo: 40 milioni per le strade dissestate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*