Vertenza Alfasigma: raggiunta ipotesi di accordo

Vertenza Alfasigma: raggiunta ipotesi di accordo oggi nella riunione tra sindacati ed azienda dopo due giorni di trattative.

E’ stata raggiunta oggi, dopo due giorni di trattativa, un’ipotesi di accordo sulla vertenza sindacale per la riorganizzazione dell’Alfasigma, azienda farmaceutica bolognese nata dalla fusione di AlfaWasserman, Sigma Tau e Biofutura. Lo hanno annunciato le segreterie nazionali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil. La lunga trattativa ha portato alla diminuzione degli esuberi, passati da 456 a 300 a seguito di un confronto che ha portato al recupero di posizioni organizzative all’interno delle sedi di Milano, Pomezia (Roma), Alanno (Pescara) e Bologna. L’intesa ha inoltre definito i contenuti del piano industriale presentato dall’azienda, che prevedono lo sviluppo del portafoglio nelle aree specialistiche, investimenti in ricerca e sviluppo, rafforzamento dei siti produttivi. E’ stata raggiunta anche un’intesa economica per i dipendenti che vorranno aderire al trasferimento di sede. Per i criteri di scelta verrà data priorità alla volontarietà e alla pensionabilità. Sull’ipotesi di accordo verranno convocate la prossima settimana assemblee dei lavoratori che dovranno votarne la validazione. La sottoscrizione dell’accordo è stata fissata per il prossimo 20 novembre al ministero del Lavoro.

Sii il primo a commentare su "Vertenza Alfasigma: raggiunta ipotesi di accordo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*