Valle Castellana: Nonna Rosina muore per il dispiacere

Valle Castellana: Nonna Rosina muore per il dispiacere, la donna di 90 anni non ha retto al dolore per i danni subiti dalla sua casa per il sisma dello scorso 24 agosto.

Rosina Tanga, questo il suo nome, viveva a Morrice, frazione di Valle Castellana, la scossa di mercoledì notte ha lesionato in modo serio quella casa dove aveva vissuto una vita intera e l’idea di dover essere costretta ad abbandonarla le ha creato, evidentemente, un dispiacere troppo grande. Ieri mattina ha accusato un malore ed é stata soccorsa dai Vigili del Fuoco, sul posto per una serie di sopralluoghi nel piccolo centro del teramano. Trasportata all’Ospedale Civile di Ascoli Piceno di lì a poco é deceduta. A darne notizia il sindaco di Valle Castellana Vincenzo Esposito che ha parlato di uno choc troppo duro da sopportare per la povera Rosina.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Valle Castellana: Nonna Rosina muore per il dispiacere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*