Uomo muore accoltellato a Giulianova: trauma indelebile per la figlia

accoltellamentogiulianovaaccoltellamentogiulianova

Il tragico fatto di cronaca, che ha visto la morte di un uomo accoltellato a Giulianova, è stato  trauma indelebile per la figlia della vittima. Il parere del professor Massimo Di Giannantonio.

Un diverbio nato da banali questioni di viabilità che sfocia in tragedia in via Orsini a Giulianova. Paolo Cialini , 47 anni di Mosciano Sant’Angelo, viene raggiunto al cuore da una coltellata sferratagli da Dante Di Silvestre, cinquantanovenne originario di Bellante e muore in ospedale. Il drammatico fatto di cronaca è avvenuto sotto gli occhi terrorizzati della figlia della vittima che ha subito un gravissimo trauma e che dovrà essere seguita da uno specialista ci spiega il professore Massimo Di Giannantonio, ordinario di psichiatria dell’Università “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara” . Episodi di questo tipo non si verificano frequentemente per fortuna ma in questa occasione come ci ha detto il professor Di Giannantonio si sono incontrate due personalità sotto stress prive di controllo degli impulsi. Personalità eccitate i cui atti hanno segnato indelebilmente la vita di una bimba di sette anni.

Sii il primo a commentare su "Uomo muore accoltellato a Giulianova: trauma indelebile per la figlia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*