Unioni Civili: 50 anni d’amore di Bruno e Orlando

bruno-orlando1

L’Arcigay, in piazza anche in Abruzzo, per le unioni civili e per il riconoscimento dei diritti per tutti, come per Bruno e Orlando, che da oltre 50 anni, a Pineto, vivono la loro storia d’amore.

L’Arcigay, con partiti e associazioni, ha organizzato oggi pomeriggio in 40 piazze italiane, e quindi abruzzesi, flash mob e cortei, nell’ambito della mobilitazione nazionale “SvegliatItalia”. Una campagna, spiegano i promotori, per chiedere “al Governo e al Parlamento di guardare in faccia la realtà, di legiferare al più presto per fare in modo che non ci siano più discriminazioni e di approvare leggi che riconoscano la piena dignità e i pieni diritti alle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese”. Tutto questo in vista della discussione in Senato, prevista per il 28 gennaio, del disegno di legge sulle unioni civili. Tutti con gli orologi in mano, nei vari cortei odierni, per “dare la sveglia al Governo”. E a Pescara, con l’Arcigay e Sel, scende in piazza anche una coppia storica, più di mezzo secolo insieme: Orlando, 70 anni, e Bruno, 75, abitano in una curatissima villetta, a Pineto. Bruno e Orlando, sono due personaggi simbolo della lotta per i diritti, contro l’omofobia, protagonisti tante volte di trasmissioni televisive nazionali e alla ribalta delle cronache proprio per questo loro impegno in prima linea per i diritti degli omosessuali. Fioristi di fama, la coppia si era unita in “matrimonio” con il rito cattolico ecumenico, nel gennaio di due anni fa. Anche se tale rito non è riconosciuto dalla Chiesa Cattolica, per Bruno e Orlando poco conta, perché loro, “sposi”, lo sono già. Si conobbero nel lontano 1965 in Germania e da allora non si sono più lasciati. Ma essendo molto religiosi e credenti, vorrebbero una apertura della Chiesa Cattolica verso le coppie gay e lesbiche, nel rispetto dei principi di tolleranza, di rispetto e di amore che di certo, nella vita di Orlando e Bruno, non mancano. Più di 50 anni di vita insieme, con momenti anche difficili da superare “perché non sempre la gente capisce e spesso giudica”, dice la coppia che ha tuttavia tanti amici e persone che vogliono loro bene proprio per il coraggio e la tenacia che hanno da sempre dimostrato. Anche Bruno e Orlando, dall’alto del loro mezzo secolo d’amore, “suonano la sveglia al Governo” affinché i diritti siano uguali per tutti, tutti gli esseri umani.

 

Di seguito le foto delle manifestazioni di oggi pomeriggio a Chieti, Teramo, L’Aquila e Pescara. Nel Capoluogo Adriatico, circa 400 persone hanno manifestato, in piazza della Rinascita, per chiedere al Senato di approvare il ddl Cirinnà sulle unioni civili.

La manifestazione a Chieti (Foto sotto)

ARCIGAY CHIETI

La manifestazione a L’Aquila (Foto sotto)

L'AQUILA

La manifestazione a Pescara (Foto sotto)

ARCIGAY PESCARA

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Unioni Civili: 50 anni d’amore di Bruno e Orlando"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*