Un peperoncino da Guinness dei primati a Montesilvano

Un peperoncino da Guinness dei primati a Montesilvano, una pianta che ha raggiunto due metri di altezza grazie ad una serie d’innesti innovativi.

L’autore si chiama Vincenzo Tina, ex ispettore della Asl di Pescara, dirigente dell’Associazione Contribuenti Montesilvano e grande appassionato non solo di botanica, ma anche d’invenzioni particolari come la bicicletta porta-canoa, speciali vetri riflettenti, un segnatempo meteorologico e tanto altro. In questa circostanza particolare Tina si é voluto cimentare con un particolare esperimento che ha prodotto un peperoncino rampicante che ha già raggiunto l’altezza di due metri.

 

“Sono riuscito – afferma il dott. Vincenzo Tina – attraverso una serie di esperimenti ed innesti a dar vita ad un peperoncino rampicante , al momento alto due metri, che mi dà buon soddisfazioni. E’ piccante al punto giusto, forte come il nostro lazzaretto nostrano ed ha una grinta sudamericana, che somiglia a quello boliviano o cubano.”

 

 

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Un peperoncino da Guinness dei primati a Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*