Trasporto Pubblico in Abruzzo: Un’ App per biglietti e percorsi

Trasporto Pubblico in Abruzzo: Un’ App per biglietti e percorsi dalla piattaforma MyCicero, svolta tecnologica per TUA anche per prevenire l’evasione.

Selezionando un indirizzo di partenza e di arrivo, il sistema calcola le possibili soluzioni di viaggio e dalla sezione “Trasporto-Biglietteria” si possono acquistare biglietti, di Tua e Trenitalia e perfino rinnovare gli abbonamenti. Il titolo acquistato viene scaricato all’interno dell’applicazione e si oblitera prima di salire sull’autobus cliccando sulla scritta “Attiva”. Giovedì prossimo, biglietto gratuito a chi scarica sul proprio dispositivo l’applicazione MyCicero. Obiettivo non solo facilitare l’accesso ai servizi di mobilità, ma anche prevenire il fenomeno dell’evasione che sul Tpl abruzzese grava del 17% circa. Ed intanto a due anni circa dalla trasformazione epocale del trasporto pubblico in Abruzzo si può tracciare già un primo bilancio da dove emerge il dato più importante, quello della razionalizzazione dei costi. E’ di circa 9 milioni di euro il risparmio maturato da Tua attraverso la reinternalizzazione dei servizi, il taglio di corse doppione, mantenendo inalterato il servizio per studenti e lavoratori ed il livello occupazionale:

“Un dato su tutti – spiega il presidente Luciano D’Amico – il taglio di 820.000 chilometri inutili che comunque rappresentavano un costo, questo senza gravare sulle esigenze dei passeggeri e garantendo, comunque, il 99,93% delle corse effettuate con un 19% di fermi tecnici, comprese le manutenzioni programmate.”

Risultati importanti rispetto al quasi fallimento di qualche tempo fa e che ora pone Tua su un range soddisfacente, ma non esaustivo:

“L’altra grande sfida – ci spiega il consigliere regionale del Pd con delega ai trasporti Camillo D’Alessandro – é quella di trovarci preparati per il 2019 quando ci sarà libera concorrenza nei bandi di gara e lì saremo chiamati non solo a restare in Abruzzo ma avere la capacità di concorrere a vincere appalti anche fuori regione con l’ambizione di diventare il primo vettore del centro sud.”

Guarda il servizio del Tg8:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Trasporto Pubblico in Abruzzo: Un’ App per biglietti e percorsi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*