Tragedia sul Gran Sasso: trovata morta giovane escursionista tedesca

Tragedia sul Gran Sasso: trovata morta giovane escursionista tedesca scomparsa lunedì scorso dopo essere arrivata a Campo Imperatore.

La 27enne Elisabeth Matthes, era  giunta lunedì scorso nell’albergo di Campo Imperatore, sul Gran Sasso, da dove si era allontanata precipitosamente dopo aver lasciato alcuni bagagli in camera. Il corpo è stato individuato dal personale del Soccorso alpino e speleologico (Cnsas) sul ghiaione a nord di Cima Portella, a 2.200 metri di quota. Duecento metri più in alto trovato il suo zaino. Del frettoloso allontanamento della giovane tedesca erano stati informati i Carabinieri della stazione di Assergi, frazione dell’Aquila. Alle ricerche, avviate nell’ambito del protocollo interforze per la ricerca di persone scomparse coordinato dalla prefettura, avevano preso parte da subito con i Carabinieri personale di Finanza e Forestale. I Carabinieri escludono il coinvolgimento di terzi, ma non possono dire se si sia trattato di gesto volontario o di incidente. Per lunedì il magistrato che coordina le indagini, Fabio Picuti della Procura dell’Aquila, ha disposto la ricognizione cadaverica.

Sii il primo a commentare su "Tragedia sul Gran Sasso: trovata morta giovane escursionista tedesca"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*