Tortoreto: causa un incidente mortale, anziano patteggia

teramo-incapace-derubata

Aveva causato un incidente stradale mortale a Tortoreto ed era fuggito, un ottantenne ha patteggiato la pena di un anno e otto mesi.

Giuseppe Santoni, 80 anni, di Sant’Egidio alla Vibrata, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare Mauro Pacifico con le accuse di omicidio stradale e fuga del conducente. Nel tragico
incidente avvenuto il 27 luglio del 2016, sulla Bonifica del Salinello a Tortoreto, perse la vita Aldo Di Monte, 32 anni di Tortoreto, da tutti conosciuto come Pinuccio. Il giovane stava andando al lavoro a bordo di uno scooter Beverly quando Santoni che era alla guida di una Panda e viaggiava in direzione opposta ha invaso la corsia in cui si trovava il centauro all’uscita di una
semicurva. L’inchiesta ha accertato che Di Monte guidava in stato di ebbrezza però a causare l’incidente è stato l’anziano il quale ha oltrepassato la linea di mezzeria ed ha invaso la corsia opposta di marcia. Santoni ha sempre sostenuto di non essersi accorto delle conseguenze dell’urto perché dopo l’impatto aveva guardato indietro ma non aveva visto nessuno e quindi credeva che non fosse successo niente di grave. Era stato il carrozziere, al quale si era rivolto per i danni che aveva subìto la sua auto, a dirgli che sicuramente era rimasto coinvolto in un grave incidente che poteva aver causato vittime. L’anziano si era, pertanto, presentato ai Carabinieri ai quali aveva detto che lo scooter gli era andato addosso e che dopo l’urto lui ha pensato che il centauro fosse fuggito.

 

Sii il primo a commentare su "Tortoreto: causa un incidente mortale, anziano patteggia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*